Si riceve solo su appuntamento

Lunedì - Venerdì

Via Monsignor Pogliani, 38

20090 Cesano Boscone Milano

Voglia di leggerezza!

Di Nicoletta Civardi – 15 luglio 2022

Come contrastare il gonfiore alle gambe | Che Gambe centro clinico

Voglia di leggerezza!

L’estate è iniziata e con l’arrivo delle belle giornate e cresce il desiderio di stare finalmente all’ aria aperta. Il caldo, però, può esporci a indesiderati effetti collaterali, come pesantezza e gonfiore degli arti inferiori. Abbiamo chiesto al Dott. Fabio Varini i consigli e le astuzie per cotrastare questi disturbi di stagione.
Dott. Varini, di che cosa si tratta quando parliamo di disturbo della circolazione sanguigna delle gambe?
Più comunemente nota come “insufficienza venosa cronica degli arti inferiori” rappresenta una patologia estremamente diffusa, soprattutto nei paesi  occidentali, in quanto colpisce oltre il 30% delle persone di sesso femminile e circa il 20% di quelle di sesso maschile con incremento di incidenza in base  all’aumento dell’età e della concomitanza di patologie associate come ad esempio l’obesità.
 
Come si manifesta?
La malattia si manifesta quando le vene degli arti inferiori non funzionano più correttamente, si dilatano, gli apparati valvolari diventano insufficienti rendendo difficoltoso il ritorno del sangue verso il cuore che pertanto ristagna nelle stesse vene predisponendo a infiammazioni e trombosi.
 
Perchè d’estate si accentua il gonfiore e il senso di pesantezza alle gambe?
Il senso di peso alle gambe soprattutto a fine giornata, la comparsa di gambe “gonfie” cioè di un linfedema, il riscontro di vene superficiali sempre più evidenti  varici, gli aumenti volumetrici soprattutto alle cosce, “cellulite”, sono i responsabili della pesantezza dolorosa degli arti inferiori. 
Altri sintomi correlati sono: Crampi, alterazioni della sensibilità, prurito, ipercheratosi con dermatiti, discromie cutanee (macchie scure) fino alla formazione di vere e proprie ulcerazioni
 
Quali sono le cause?
Oltre alla nota predisposizione costituzionale ereditaria, situazioni come gravidanze, squilibri e/o assunzione di terapie ormonali, ortostatismi prolungati,  esposizioni a fonti di calore e soprattutto errori alimentari e del life style rappresentano le cause più frequenti di questa malattia.
 
Quali strategie possiamo mettere in campo per contrastare questa patologia?
Imparare a mangiare più volte al giorno ( fino a 5 pasti / die ) ma con pasti brevi e accompagnati dall’assunzione di almeno 1 litro e mezzo di acqua sono concetti ormai noti a tutti ma che spesso non vengono messi in pratica. Un’alimentazione che favorisca l’assunzione di alimenti cosiddetti “antiossidanti” cioè ricchi di polifenoli ( flavonoidi e antociani ), vitamine C, A, E, licopeni, betacarotene, carotenoidi, rutina, ippocastano, meliloto tutti presenti in alimenti semplici e naturali come nelle verdure ( peperoni, pomodori, zucca, carote ecc..) e nella frutta ( mirtilli, ribes, more, melograno, ananas, melone, mango, pesche, albicocche). E’ importante seguire la stagionalità degli ortaggi privilegiando sempre e comunque il prodotto fresco di stagione.
 
Quali sono invece gli alimenti da bandire?
Dovranno invece essere ridotti alimenti contenenti sale, quelli a lunga conservazione, gli insaccati, il fast food, quelli contenenti grassi vegetali idrogenati, i dolci, le bevande zuccherine e gli alcoolici. Una buona norma sarà anche associare un aumento di attività fisica camminando quotidianamente e andando in bicicletta, utilizzando gambaletti e/o calze elastiche a compressione preventiva o terapeutica secondo indicazioni specialistiche per avere sempre “Gambe da Sogno”!

Dott. Fabio Varini

Il Dott. Fabio Varini è un esperto in Chirurgia Vascolare. 
Durante la sua carriera si è occupato di Chirurgia Vascolare (open, endovascolare ed ibrida), diagnostica vascolare (invasiva e non), Chirurgia Generale, Chirurgia Toracica, Chirurgia Estetica e Chirurgia Plastica Ricostruttiva.

Vanta una particolare esperienza nel trattamento degli aneurismi aortici, della patologia stenosante carotidea e delle arteriopatie obliteranti degli arti inferiori. Inoltre, tra le sue specialità, vi è il trattamento delle vene varicose, sia curativo che estetico.